Untori 2.0

Runner CIF

Ogni epidemia produce dei comportamenti all’interno della società. Una di queste è la ricerca del colpevole, dell’untore di turno. Questo provoca spesso dei comportamenti isterici dei singoli o collettivi. Nel caso del covid 19 si è incominciato da prima a cercare quale Paese potesse essere il creatore del virus, evidentemente ipotizzando fosse artefatto in laboratorio. Si è pensato agli U.S.A. che avrebbero avuto l’interesse a dare un colpo all’economia cinese, poi alla Russia ed infine agli stessi Cinesi che per errore avrebbero avviato la pandemia. Ma niente di tutto questo poteva essere vero: gli scienziati hanno dimostrato come il passaggio dagli animali (verosimilmente il pipistrello) all’uomo non potesse essere forzato da mano umana ma sia avvenuto in maniera naturale. E di questo se ne dovrà fare una ragione anche Trump. Ma allora come ha fatto a diffondersi fra la popolazione? Qualcuno sarà stato il colpevole! Ed allora ecco che si è cominciato a cercare il nemico in casa o comunque a mettere una serie di freni alquanto discutibili, diciamo non del tutto razionali. Più di 200 anni di lotta per le libertà individuali messe quanto meno in discussione. Si è iniziato a colpire con una limitazione dietro l’altra chi si faceva una passeggiata od una corsa da solo in un parco od ovunque fosse possibile fare un minimo di attività motoria. Sì perché sono cose da non farsi in gruppo questo è sicuro, ma stare fuori da solo è più sano che stare in 5 in tre stanze od in un ufficio…E vai con misure naziste, manifesti per le strade, gente sbattuta in tv mentre fa dello stretching in un parcheggio isolato…Città divise in due per chiudere un parco, cose che neanche durante la seconda guerra mondiale si erano viste. La mazza ha colpito gli strati più deboli della popolazione: pensionati, disoccupati, cassaintegrati. Chi lavorava o chi è riuscito a farlo per un po’, almeno poteva muoversi, avere un occupazione mentale. Per alcune fasce della popolazione si è preferito il terrore: ore ed ore davanti alla TV che parlava di morti, depressione alle stelle, ed anche patologie croniche dovute od aggravate allo scarso movimento, in crescita. Come la scienza ha dimostrato questi tipi di stress mentali insieme alla paura del contagio stessa, abbassano le difese immunitarie delle persone e incredibile a dirsi favoriscono la diffusione della malattia in questione. Si è trattato le persone come delle pecore, non in grado di mantenere le distanze come invece hanno dimostrato di saper fare nelle file davanti ai supermercati. Avrei messo dei divieti nei fine settimana, questo sì, bene anche la chiusura di tutto fra divertimenti, attività di ristorazione e poi lavoro, ma pretendere di non dare nemmeno un’ora d’aria alle persone è stato un delirio. E poi l’incredibile confusione delle decisioni anche in contrasto fra loro: Stato centrale, Regioni, Comuni ognuno per la sua strada creando un caos più unico che raro. La sanità in mano alle regioni prima sì poi no…Mi va bene che le Comunità abbiano la loro più ampia autonomia, lo sapete, ma al tempo stesso le istituzioni non si devono pestare i piedi, devono comunicare, seguire una logica e sapere chi e dove deve fare scelte…

Speriamo che questo brutto periodo, anche e per l’ennesima volta dal punto di vista politico-istituzionale, passi velocemente, così non può andare avanti. Speriamo che la fase 2 dopo gli arresti domiciliari, non si rilevi troppo blanda e non frutto di una valutazione troppo generalizzata. Infatti l’epidemia ha avuto e sta avendo numeri assolutamente dissimili da Provincia a Provincia, non solo fra Regione e Regione. Assolutamente d’obbligo mantenere almeno le Regioni chiuse (casi familiari a parte) ma su questo mi sembra che ci siamo.

Un abbraccio ed un forza e coraggio a tutti…Le nostre Comunità sapranno reagire!

Joseph Gary

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: