Piccoli rivoluzionari crescono

Sette anni Cif

E così un altro anno se n’è andato. Comunità In Fermento cresce, aumentano gli articoli, i post su face book ed infine un pochino, almeno fino a Marzo, anche i lettori. Sicuramente considerando fra gli anni a partire dal 2016, il 2018 è stato il migliore. Il calo da Aprile 2019 è fisiologico in quanto non riesco ad essere assiduo su facebook. La rete ti da per quanto ti impegni ed io di impegni…ne ho molti altri…Per questo come già convenuto più di una volta, CIF non sarà mai un successo di followers come quello di alcune subrette di internet che per altro toccano materie molto più appetibili. Se Dio, il destino, il caso, mettetela come vi pare, farà in modo che un certo numero di persone interessate troveranno questa bottiglia con all’interno il mio messaggio le cose forse allora cambieranno, altrimenti si rimane a livello di diario ma va bene anche così. Il progetto non cambia. Sono cambiati in questo asfittico ed inconcludente Paese governi, opposizioni, partiti, politici, correnti e movimenti ma nessuno ha dato una risposta all’esigenza costruttiva di autonomia per le nostre Comunità e quindi di democrazia per i loro cittadini. Nessuno ha dato soddisfazione vera a Comunità In Fermento. Quando mi accorgerò che qualche altro attore della scena politica seguirà le mie orme e lo farà in maniera più concreta e vincente allora sarà il momento di chiudere baracca e burattini e magari appoggiare l’altrui successo dando il  contributo di idee proveniente dai pezzi passati di questo blog. Sì, ci vuole un qualcosa che spazi via questi vetusti Stati Nazione e ridia slancio alle istituzioni europee trasformate. Come la riforma Renzi bocciata al referendum, la legge sulle autonomie dell’altro Matteo poteva essere un inizio di un percorso se applicata coerentemente a tutte le regioni e non solo a quelle belle e buone…Come è successo nei decenni di storia unitaria italiana, anche questa volta il governo è caduto prima che un certo tipo di riforma sia passata, esattamente come gli altri esecutivi che hanno osato toccare l’argomento in passato. In questo ultimo governo ci sono state istanze di sinistra che sono convissute con una destra nazionalista che per altro al proprio interno aveva anche tendenze storiche che spingevano alla delocalizzazione. Una bella insalata mista non c’è che dire. Avanti Comunità In Fermento, la battaglia va avanti, questo Paese è stato forte solo quando le sue Comunità lo erano. Questo blog, nel suo piccolo anzi piccolissimo è l’unico a rilanciare un’ideologia a pensare ad una rivoluzione intesa come cambiamento completo delle istituzioni italiane ed europee.

Joseph Gary

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: