Si va a scuola!

Happy Birthday

E così anche Comunità In Fermento ha raggiunto i 6 anni, a settembre prima elementare!!! Il paragone con una bambina/o non è del tutto sbagliato. Questo blog è ancora tutto da sviluppare. Da un pezzo non scrivo più ad altri blog, siti, non trovo il tempo, perciò chi legge viene di spontanea volontà o ci entra per sbaglio cercando chi sa cosa su Google ;-). Si tratta di qualche contatto al giorno, poco rispetto ai blog di grido, abbastanza se si considera da dove sono partito. Abbastanza se si considera che non parlo di cucina, moda o tecnologia. Inoltre questa non è certo la mia professione, devo far altro per vivere e non ho nessun tornaconto personale. C’è anche un pezzo che sembra diventato virale come “commento ad una canzone” il più visitato per distacco. Non mi chiedete il perché, non vi saprei rispondere. Il pezzo è carino ma non è centrale rispetto alle tematiche del blog. Come scritto altre volte gradirei più interazione con i lettori, sì anche qualche sano vaffa non mi dispiacerebbe, così come adesso non si capisce se quello che scrivo è digeribile o meno. 6 anni non sono molti, ma tanti davanti alle prime difficoltà si fermano, e quindi sono già abbastanza. Io ho imparato a non arrendermi, ho un estrazione sociale, diversa al boy-scout Renzi, estrazione che mi ha insegnato ad essere forte ed a volere bene alla mia città. Sicuramente la pagina face-book sta dando sempre una mano, la uso per commentare il quotidiano che purtroppo vede sempre una situazione politica-istituzionale del Paese ancora largamente insoddisfacente per le nostre Comunità. Se C.I.F. ha sei anni anche i nostri politici non sembrano averne molto di più con governo ed opposizione impegnati quasi sempre in polemiche sterili. Un esempio la riforma del lavoro che avendo esperienze professionali anche in fatto di personale, vi assicuro non è quel cambiamento drastico che è stato annunciato. Non è quella normativa positiva evolutiva che vi vuol far credere Di Maio: 24 o 36 mesi non cambia la sostanza, così come una causale formale da trovare ora e prima no. Dall’altra parte si sbaglia (probabilmente sapendo di farlo) chi ritiene che a causa della riforma diminuiscano i posti di lavoro. Se la mia impresa va, avrò sempre e comunque bisogno di un lavoratore, state tranquilli. E’ stata la crisi economica a far saltare il banco nel 2007/8, non le regole del mercato del lavoro. Un bell’incentivo alle assunzioni a tempo indeterminato sarebbe valido ma con quali soldi non si sa, questo è il punto. Poi non c’è più l’articolo 18 e quindi il tempo indeterminato rimane molto sulla carta. Maggioranza ed opposizione sempre contro a prescindere senza discernere, figurati, ma quando si tratta di dare contro le Comunità allora tutti insieme appassionatamente, ed i fondi promessi se ne vanno ancora una volta. Il Pd vota con i “nemici” giallo-verdi pur essendo stato in quel governo che aveva promosso gli incentivi economici per le periferie…Poi dicono: scusate ci siamo sbagliati a votare…

Insomma vista la situazione non resta davvero che continuare a battersi,  in cerca magari di qualche altro romantico Cavaliere attaccato alla propria Comunità. Internet ha i suoi pro e contro, a me ha dato l’opportunità di esistere, di lasciare una traccia del mio pensiero che piaccia o no. Ringrazio i lettori passati e quelli futuri. Rispettate e mantenete vitale la vostra Comunità!

Joseph Gary

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: