Benvenuti in casa Gary

Palla Di Natale C.I.F.

E’ Natale ed in questo giorno le famiglie si riuniscono e così anche la mia. A seconda della Comunità di appartenenza o di origine qualcuno invece si ritrova  la vigilia, qualcun altro per Santo Stefano se nei due giorni prima non ha potuto farlo. E proprio come nel film/commedia di Alessandro Benvenuti dal quale ho preso spunto per il titolo di questo pezzo, è il momento di dirsi come va, di raccontarsi e magari anche di discutere, a volte perfino in maniera accesa. Lo facciamo sempre meno, siamo presi tutti dai nostri smart e non ci accorgiamo della realtà e del tempo che passa, aiutati nello sbagliare anche dalle aperture domenicali delle attività commerciali che diversificano le ore di libertà all’interno delle famiglie che non si raccolgono più.  Ed invece il confronto generazionale che spesso scaturisce in questi giorni è il più sano, il più costruttivo se preferite. Gli anziani o più maturi apprendono come è cambiata la società, i più giovani come “si faceva un tempo”. Le generazioni così valutano, decidono se prendere spunto o meno, quello che è od era giusto o sbagliato, ognuno difende il suo modus vivendi a spada tratta oppure sia apre alle novità od ai consigli che derivano dall’esperienza. E questo passaggio sarebbe importante specialmente per i giovani di oggi aiutandoli ad affrontare la difficile realtà anche grazie al bagaglio di conoscenze di chi ha già sbagliato prima di loro. Cercare le risposte sempre dall’oracolo telefono è sbagliato, artificiale, freddo, fuorviante. Basti pensare alle cosiddette fake news. E’ questo perché oggi si corre, si vuole tutto e subito ed alla fine si va a sbattere la testa contro un lampione, metaforicamente o letteralmente guardando il proprio telefono. Il confronto generazionale ha alto valore formativo per i giovani che così diventano meno sperduti e soli in questa società che a volte sembra fagocitarli come la balena di Pinocchio. Forza ragazzi, il resto tocca a Voi e non dimenticatevi mai che fate parte di una Comunità, che c’è un Noi oltre ad un Io. Cadrete ma cercate di rialzarvi sempre, siate sempre decisi e coraggiosi, a testa alta guardatevi negli occhi e non attraverso i  cellulari! Non approfittatevi degli altri, non guadagnatevi mai spazio con la menzogna o la ruffianeria! Questi sì, sono errori da lasciare estinguere con la fine delle generazioni più vecchie, grazie!

Buon Natale e felice anno nuovo a tutte/i!

Joseph Gary

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: