Repubblica della Catalogna

Bandiera Catalana C.I.F.

Molto raramente su questo blog ho affrontato un argomento già trattato sulla pagina face book o viceversa. Figuriamoci poi se l’ho affrontato già più di una volta su uno dei due spazi. Però quando l’attualità la fa da padrone e tocca argomenti così inerenti il tema di questo blog non se ne può fare a meno.

In Catalogna c’è o purtroppo c’era un governo democraticamente eletto. Questo governo con a capo il suo presidente decide di provare a rendere la Catalogna un Paese indipendente come ampiamente chiarito agli elettori durante la campagna elettorale. Nonostante la buona maggioranza all’interno del parlamento catalano, decidono di non fare nessun colpo di spugna ed indire giustamente un referendum per capire se veramente i cittadini vogliono l’indipendenza. La Spagna spinta evidentemente da un franchismo di ritorno, fa di tutto per fermare questa scelta, invece magari di esporre le propri ragioni ed invitare a votare per il “No”… Molti dei contrari anche per questo non vanno ai seggi e poi, dopo la schiacciante vittoria del “SI”, si riversano per le strade ed insieme ad una moltitudine di persone venute dalla Spagna,  reclamano di essere di più e di non volere una Catalogna indipendente.  Ma vi rendete conto dell’assurdità di questa situazione??? Non c’è niente per cui la Spagna possa vantare di avere ragione. E’ inutile che mi vieni a far leggere una Costituzione che è scontato non preveda questa opportunità. Quelli che vedono le costituzioni come qualcosa di sacrosanto ed immutabile commettono un errore: nessuna legge non può non risentire dei cambiamenti del tempo, della storia. Gli stessi costituenti prevedono i modi in cui queste possono essere mutate ma spesso hanno dato per sicura una cosa che non è: l’indissolubilità dello Stato Nazione che invece il Ventunesimo secolo sta mettendo in discussione almeno dove questo, per motivi culturali, non funziona più.  Il fatto stesso che sovente nelle carte costituzionali una delle prime cose che viene affermato con una certa retorica è che lo Stato è uno e inscindibile dimostra due cose: in primis il bisogno di puntualizzarlo di fronte ad un dubbio di una minoranza od all’interno dello stesso pensiero prevalente  e poi la conseguente evidenza che si tratta di una scelta politica e non quasi divina come ci viene professata nei libri di storia. Ma secondo voi nella “costituzione” della Germania dell’est era prevista la sua fine? Ma allora meglio adesso o prima? Vi potrei citare decine di altri esempi storici facilmente. Tra l’altro il caso Catalano è lampante e non è come complicate situazioni quali quelle della Bosnia o del Kossovo.

Imbarazzante il silenzio all’inizio e le frasi di circostanza poi di molti politici e cariche istituzionali italiane ed europee, totalmente spiazzate dagli avvenimenti nella penisola iberica, sorpresi dall’evidenza di quello che stava e sta accadendo ed impauriti dalle rispettive situazioni interne. Cari signori togliere la libertà alla Catalogna la libertà è stato come strappare dalle mani un oggetto caro ad un bambino. Vergogna! Il presidente catalano ed il suo governo trattati come dei banditi, dei mafiosi, costretti ad emigrare, a scappare in esilio colpevoli di fare quello che è ineluttabile e per una volta per dei politici, di farlo non per i propri interessi ma per quelli della propria collettività.

Ed ora? Vediamo, si potrebbe andare verso la soluzione di uno Stato spagnolo federale vero, come dovrebbero essere la gran parte degli Stati in Europa dove quelli che non hanno bisogno di questa soluzione, di fatto sono già delle Regioni

Nel progetto di Comunità In Fermento la fine degli Stati Nazione centralizzati nel “vecchio mondo” è solo l’inizio di un processo che ricordiamo dovrebbe vedere le Comunità vero protagonista della vita collettiva delle persone più che le Regioni, Catalogna compresa ;-).

Buon futuro a tutti.

Joseph Gary

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: