Perchè questo blog?

Questo Blog nasce dalla  esigenza di capire se in rete ci sono persone che vogliono bene al proprio Comune di residenza o Comunità di nascita e sentono questo come principale essenza collettiva della propria vita. Si tratta di dare sfogo alle persone che  hanno questa “inclinazione politico-sociale” e che vorrebbero che i Comuni contassero di più all’interno del quadro istituzionale italiano. Attualmente il Comune è forse l’apparato pubblico che ha meno peso di tutti mentre pensiamo che dovrebbero essere uno dei principali artefici della vita pubblica in quanto è l’ente più vicino alla gente. Le persone così sarebbero anche più coinvolte nella vita politica, un tentativo di passare da una democrazia che adesso definiremmo “formale” ad una più “sostanziale”. Le persone si sentirebbero più un “Noi” e meno un “Io” con notevoli benefici anche a livello sociale. E’ abbastanza scoraggiante convivere  con persone per cui nella vita conta il conto in banca, la bella casa, la macchinona ma che sono povere dentro e non danno alcun contributo alla collettività. Infatti oggi abbiamo bisogno di un cambiamento anche sociale e non solo politico istituzionale, in altre parole le due cose devono procedere di pari passo. Si sente dire da più parti della necessità di un Nuovo Rinascimento. Pensiamo che ridare dignità ai nostri antichi Comuni sia determinante come innesco di questo nuovo periodo di cambiamento del quale tutti sentiamo bisogno così come lo fu al tempo del primo Rinascimento. Questo Blog ha l’intenzione di stabilire insieme come ridare linfa vitale ai nostri municipi, lo dobbiamo fare insieme ciascuno con il proprio contributo. E’ l’ora di finire di passare per meri campanilisti, di unire i nostri sentimenti e contribuire a costruire un progetto che sappia far rifiorire quello a cui più teniamo. E’ l’ora di finire di vergognarsi di questo cercando di mettere in secondo piano o trascurare le nostre origini e tradizioni. La realtà comunale è stata da sempre il cuore pulsante  della vecchia Europa e dovrà tornare ad esserlo di fronte agli Stati nazione palesemente in crisi.

Idealmente l’uomo è soggetto di titolare dei di diritti inviolabile; la famiglia (formale o di fatto) come base fondamentale per l’insegnamento dei valori fondamentali della vita; la scuola come centro dell’apprendimento culturale dell’individuo; I Comuni come centro principale di socializzazione, di confronto diretto fra persone ed inevitabilmente per questo fulcro della vita politica; le regioni come territorio naturale di vita dei municipi mentre a nostro avviso vediamo in crisi il concetto stesso di Stato Nazione troppo spesso causa di contrasti etnici, religiosi, linguistici di difficile risoluzione e soggetto troppo piccolo per intervenire in un mondo economico ormai globalizzato, che piaccia o meno. Ecco la necessità di rafforzare anche l’Unione Europea. Oggi abbiamo una moneta europea senza avere creato un unione politica e questo sta portando solo problemi che oggi sono sotto l’occhio di tutti.

Qualche idea a freddo e forse un po’ provocatoria per cominciare?

1)Rivoluzione fiscale: un vero capovolgimento della situazione attuale con la maggior  parte delle entrate derivate dal reddito delle persone fisiche e giuridiche che rimarrebbe ai comuni ed il resto alle regioni ed allo Stato in un contesto di Stato federale. . Buona l’idea di ridurre le provincie ma forse si potrebbe eliminarle del tutto ed istituire dove necessitano  degli organismi di coordinamento fra i comuni (Es. città metropolitane però non per forza coincidenti con qualche ex provincia, comunità montane). Creazione di un fondo perequativo per  aiutare i comuni in difficoltà che non riescono a garantire i servizi minimi ai cittadini.

2)Creazione della camera dei comuni (usando quello che la tecnologia ci mette a disposizione) al posto del Senato, diminuzione generale dei parlamentari. 3) Il Prefetto scelto dai cittadini o dal sindaco verso il quale è responsabile oppure ancora, eliminazione di questa figura….

4) Rafforzamento dell’Unione Europea senza farne un nuovo Stato nazione ma creando un’Europa attenta alle esigenze delle comunità mediandone gli interessi e le diversità…. creazione di una seconda camera del parlamento: la camera delle regioni.

Avanti, il “dibattito” è aperto! Intervenite numerosi!

Come detto se  un giorno saremo abbastanza sulla stessa linea di idee allora forse formeremo un movimento, se saremo tanti tanti otterremo qualcosa per i nostri comuni ma se lo otterremo quello sarà il giorno di lasciare la politica……Durante questo periodo saremo giusti, onesti e leali, saremo come dei cavalieri….

J.G.

P.S.: Non Vi arrabbiate se avrete risposte celermente, perché lavoriamo,  perché la nostra vita non è solo stare davanti ad un computer, perché questo blog  e non siamo necessariamente noi a darvi delle risposte ma voi l’uno con l’altro. Noi modereremo eliminando ogni tipo di offesa o violenza verbale…..

Annunci
2 commenti
  1. Adolfo ha detto:

    Ciao JosephGary, sono il webmaster di eternafede.it.
    Ti ho scritto delle belle parole in risposta al tuo topic nella sezione montegranaro, un po’ in ritardo per vari problemi personali che ho avuto, e che mi hanno tenuto lontano dal mio sito e da internet in generale.
    Ebbene, ora che leggo questo articolo la mia opinione di te e delle tue idee, che già era positiva, migliora ulteriormente.
    Io ho anche una piccola proposta da aggiungere alle tue, e lo so che qui subentra un po’ la deformazione professionale: digitalizzare il più possibile!
    Ognuno di noi potrebbe avere una tessera (che poi in realtà già abbiamo, la tessera sanitaria) che inserita in un lettore può far risalire a tutto, dati anagrafici, proprietà immobiliari, contratti enel et similia, bollette non pagate etc.
    Poi magari da casa, inserendo 3-4 password lunghe da internet si possono visualizzare e stampare tutti i certificati che ci servono.
    E se qualcuno dice “e la marca da bollo?”, semplice: il sistema può prevedere il pagamento online.
    Ovviamente bisognerebbe lavorare bene e molto sulla protezione dei dati e sulla privacy, ma non lo si è fatto già coi conti online? Più protezione dei soldi non si può avere… 🙂
    Le mie idee sono un po’ buttate li, ma mi fa incazzare fare file chilometriche in qualsivoglia ufficio, quando ormai la tecnologia ci consente di fare veramente tutto quello che vogliamo.

    Ad ogni modo teniamoci in contatto, e non molliamo mai.

    Saluti

    Adolfo
    webmaster http://www.eternafede.it

    • Ciao Adolfo,
      Grazie per l’apprezzabilissimo commento, non riesco ad averne anche se qualcuno visita il mio blog! Secondo me la colpa della mia scarsa conoscenza di Internet ma può essere anche che quanto c’è scritto sul blog interessi fino ad un certo punto.
      La tua proposta è interessante e sarebbe comoda anche per evitare code agli uffici delle amministrazioni pubbliche od alle poste. Alcune amministrazioni locali già rilasciano certificati on line. Tre sono i principi che secondo me vengono toccati: quello del dovere dei cittadini di pagare le tasse, il diritto alla privacy, il diritto ad un subire un eccessivo controllo dello Stato che possa comprometterne la libertà a livello del sentirsi libero più che in maniera poi effettiva. Analizzando questi tre principi alla luce di quanto tu proponi, sicuramente sarebbe un deterrente all’evasione fiscale e fin qui siamo tutti d’accordo. Sicuramente sia rischia di ledere la privacy dei cittadini e ti confermo che per entrare a regime un discorso del genere bisognerebbe veramente essere certi che i dati personali non vengano diffusi e questa certezza in Italia ancora non mi sembra effettiva. Quindi prima risolvere questo problema: oggi da una parte le società sono costrette a molta burocrazia interna che ha costi in termini di tempo e denaro, dall’altra va a finire che le intercettazioni telefoniche vanno in pasto ai mass-media e ben oltre il contesto di un processo. Il terzo punto è quello più complesso perché dipende molto da persona a persona, da come si sente la questione: Ci sono delle persone ad esempio che non sono neanche su facebook, non fanno niente di male ma non gli piace che in qualche modo qualcuno li possa controllare. E’ un po’ anche il discorso della “tessera del tifoso” sulla quale ho fatto un pezzo su questo blog: chi ha aderito senza problemi chi invece si è sentito schedato. Ovviamente una volta portata avanti la tua proposta sarebbe la maggioranza degli Italiani a decidere e quindi se sarà più importante la certezza che tutti siano ligi o che tutti si sentano pienamente liberi. Spesso in un ordinamento giuridico tutelando un principio se ne lede un altro è un fatto di scelta che spesso dipende dal contesto sociale del tempo.
      La tua proposta mette in evidenza un aspetto del primo articolo di questo, mi rendo conto particolare, blog. La possibilità sottovalutata o volutamnete sottovalutata dai politici di oggi, di poter far diventare la democrazia più diretta e meno filtrata dalle organizzazioni politiche e dalle istituzioni stesse. Con la Posta Elettronica Certificata, una volta tutelata la certezza della privacy e dell’identità di chi vota, fare un referendum sarebbe molto meno complicato.
      Ti saluto, ti faccio gli auguri di buone Feste, ti ringrazio ancora del contributo. Speriamo che voglia anche tu ridare forza alla tua ed tutte le comunità, spero di risentirti e, non so in che maniera (cominciando con un link?), mi auguro anche tu possa rendere nota l’esistenza di Comunità In Fermento a più persone possibili, nel caso tuo tifosi legati alla squadra che spesso rappresenta principalmente un comune!
      Sì non molliamo mai e teniamoci in contatto, sul blog c’è anche la mail.
      Ciao!
      Joseph Gary

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: